BRASSERIE HUYGHE – BELGIO –

La Brasserie Huyghe iniziò effettivamente la sua attività nel 1654. Nel 1902 Leon Huyghe Van Poperinge giunse a Melle, dove trovò lavoro nella fabbrica di birra nella zona di Appelhoek.

Nel 1913 venne smantellato il reparto di malteria e lo spazio venne utilizzato per allestire un nuovo impianto di imbottigliamento. Il primo furgone uscì dallo stabilimento nel 1921. Nel 1938 la denominazione “Den Appel” venne sostituita da “Brouwerij Leon Huyghe”.

Il birrificio conobbe un’enorme espansione e nel 1964 venne istituita una nuova linea di imbottigliamento moderna.

Nel 1987, su richiesta di alcuni clienti tedeschi, la Brasserie orientò la sua produzione su birre rifermentate in bottiglia e creò la Artevelde Grand Cru, una birra scura ad alta fermentazione.

Il 26 Dicembre del 1988 si produsse per la prima volta la Delirium Tremens, birra chiara dalla particolare bottiglia bianca.

Nel 1990 toccò all’ ottima Blanche de Neiges, una birra bianca.

Negli anni successivi, dopo l’acquisizione della Brasserie Damy di Olsene, Huyghe ampliò la sua produzione a birre d’abbazia: le St. Idesbald. Qualche anno più tardi tocco alle birre alla frutta della gamma Floris.

Nel 1997 il cavallo di battaglia della Brasserie Huyghe, la Delirium Tremens, è stata proclamata miglior birra al mondo.

Nel 2005 il birrificio festeggiò il 350° compleanno, i 100 di birrificio a conduzione famigliare e i 15 anni del suo cavallo di battaglia: la Delirium Tremens.

Nel 2014 il birrificio ha affrontato un notevole sviluppo a livello ambientale. Il suo obiettivo era quello di diventare il produttore di birra più sostenibile del Belgio. Per questo è diventato uno dei firmatari della Carta dell’Ambiente nel 2014.